Liliana Castagnola


Liliana Castagnola nasce a San Martino, vicino Genova l’11 Marzo del 1895 e gira tutta l’Europa già da giovanissima, facendo carriera da chanteuse.

E’ spesso in compagnia di uomini di alto rango e di potente posizione.

Viene espulsa dalla Francia perché a Marsiglia costringe 2 uomini a battersi a duello per il suo amore: uno dei due uomini rimane ucciso. Successivamente a Montecatini è seriamente ferita dal suo amante che per gelosia si toglie la vita.

Giunge a Napoli per lavorare al “Teatro Santa Lucia”.

 

Nel Dicembre del 1929 va a vedere lo spettacolo di Totò al “Teatro Nuovo”. Il principe la nota subito e il mattino seguente le invia un mazzo di fiori accompagnato da un biglietto di invito.

 

[clicca sulle anteprime per ingrandire]


Clip: Liliana Castagnola e la relazione con Antonio De Curtis (2'52")

Dopo altri innumerevoli mazzi di fiori, telefonate e lettere, arriva il primo appuntamento. Il loro amore è subito travolgente, ma fin dall’inizio caratterizzato da avversità e difficoltà.

Liliana pur di restare al fianco di Totò gli propone di farsi scritturare al Teatro Nuovo, ma l’attore è ormai evidentemente stanco di trascinare questa relazione opprimente.

 

Accetta allora un contratto con la compagnia Cabiria che lo avrebbe portato a lavorare a Padova. Nonostante le suppliche di Liliana, Totò non rinuncia, e la donna per disperazione ingerisce un intero tubetto di sonniferi. Viene trovata esanime il mattino dopo.

Totò ne rimane letteralmente sconvolto e decide di seppellirla nella tomba della famiglia De Curtis a Napoli.

 

 


| Home | Biografia | Locandine | Film cinema | Film montaggio | Film TV | Fumetti | Foto | Teatro | I nomi | Le spalle |

| 'A livella | Poesie | Home video | DVD | Critica | Canzoni | Desktop | Cartoline | Libri | Il baule di Totò | I santini di Totò |

IL PIANETA TOTO' - www.antoniodecurtis.org   Portale interamente dedicato ad Antonio De Curtis     > contatti <